ELEZIONI REGIONALI 2020 - REFERENDUM COSTITUZIONALE CONFERMATIVO

Domenica 20 e Lunedì 21 SETTEMBRE 2020 si terranno le seguenti Elezioni:

1.   Elezioni del Presidente della Giunta Regionale e del Consiglio Regionale del Veneto;

2.   Referendum Costituzionale Confermativo ex art. 138 della Costituzione per l’approvazione del testo della legge costituzionale concernente: “ Modifiche agli articoli 56, 57 e 59 della Costituzione in materia di riduzione del numero dei parlamentari” approvato dal Parlamento e pubblicato nella Gazzetta Ufficiale n. 240 del 12.10.2019 - D.P.R. del 28.01.2020 pubblicato nella Gazzetta Ufficiale n. 23 del 29.01.2020. 

Quando si vota:

DOMENICA 20 SETTEMBRE dalle ore 7,00 alle ore 23,00 E LUNEDI’ 21 SETTEMBRE 2020 dalle ore 7,00 alle ore 15,00

 

Lunedì 21 settembre le operazioni di scrutinio delle schede avranno inizio subito dopo la chiusura della votazione e l’accertamento del numero dei votanti, procedendo nell’ordine, ai sensi del comma 3 del medesimo art. 1-bis, allo scrutinio relativo al referendum confermativo e successivamente, senza interruzione, a quello relativo alle elezioni regionali.

 

 

MODIFICHE SEGGI San Giacomo e Fellette

Su disposizioni ministeriali che invitano i Comuni a trovare sedi alternative dove collocare i seggi al fine di non intralciare l’attività scolastica appena iniziata, il Comune di Romano d’Ezzelino ha provveduto:

  • Frazione di San Giacomo – seggi nn. 5, 6, 7 e 8 , usualmente collocati presso la Scuola Primaria San Giovanni Bosco vengono spostati nella parte nord della Scuola Secondaria di Primo Grado Monte Grappa, non utilizzata per l’attività didattica; l’entrata e l’uscita sarà da Via Velo attraversando il cortile a sud della Scuola Media.

Per gli elettori non deambulanti è prevista la possibilità di accedere (con le usuali modalità) ai seggi suddetti dall’ingresso della Scuola Media su Via Benedetto Marcello (cancello a nord);

  • Frazione di Fellette - seggi nn. 9, 10 e 11 vengono spostati al primo piano della locale scuola primaria con possibilità di accedervi anche con l’ascensore, l'ingresso ai seggi sarà collocato ad est della scuola;

Gli elettori che si recheranno a votare in questi seggi sono pregati di seguire i percorsi indicati nella cartellonistica che sarà posta in loco e le indicazioni fornite loro dal personale della Protezione Civile e degli Alpini che garantirà il rispetto delle norme anti-Covid e che l’accesso ai seggi sia il più agevole possibile.

Nessun cambiamento è stato previsto nella collocazione dei seggi nn. 1, 2, 3 e 4 della Frazione di Romano e n. 12 della Frazione di Sacro Cuore.

 

Tessera elettorale

Per esercitare il diritto di voto bisogna essere muniti di Tessera elettorale e di un documento d'identità valido. In caso di smarrimento della tessera elettorale si può chiedere il duplicato all'ufficio elettorale comunale. Per il rilascio delle tessere elettorali l’ufficio elettorale comunale sarà aperto nei seguenti giorni:

  • venerdì 18 settembre e sabato 19 settembre 2020 dalle ore 9,00 alle ore 18,00;
  • nei giorni della votazione (domenica 20 e lunedì 21 settembre 2020) per tutta la durata delle operazioni di votazione, cioè dalle ore 7,00 alle ore 23,00 di domenica e dalle ore 7,00 alle ore 15,00 di lunedì.  

SOLO PER IL REFERENDUM:

Voto elettori temporaneamente all’estero per motivi di lavoro, studio o cure mediche - modello per opzione:

Gli elettori italiani che per motivi di lavoro, studio o cure mediche si trovano temporaneamente all’estero per un periodo di almeno tre mesi nel quale ricade la data di svolgimento del Referendum, nonché i familiari con loro conviventi, potranno partecipare al voto per corrispondenza organizzato dagli uffici consolari italiani (legge 459 del 27 dicembre 2001, comma 1 dell’art. 4-bis), ricevendo la scheda al loro indirizzo all’estero.

Per partecipare al voto all’estero, tali elettori dovranno - entro il 19 AGOSTO 2020 - far pervenire direttamente AL COMUNE d’iscrizione nelle liste elettorali un’apposita domanda “opzione di voto per corrispondenza”. E’ possibile la revoca entro lo stesso termine. Si ricorda che l’opzione è valida solo per il voto cui si riferisce (ovvero, in questo caso, per il Referendum del 29 marzo 2020).

L’opzione  può essere inviata per posta, telefax, posta elettronica anche non certificata, oppure potrà essere recapitata a mano anche da persona diversa dall’interessato.

La dichiarazione di opzione, redatta su carta libera e obbligatoriamente corredata di copia di documento d’identità valido dell’elettore, deve in ogni caso contenere l’indirizzo postale estero cui va inviato il plico elettorale, l’indicazione dell’Ufficio consolare competente per territorio ed una dichiarazione attestante il possesso dei requisiti per l’ammissione al voto per corrispondenza (vale a dire che ci si trova - per motivi di lavoro, studio o cure mediche - in un Paese estero in cui non si è anagraficamente residenti per un periodo di almeno tre mesi nel quale ricade la data di svolgimento del referendum; oppure, che si è familiare convivente di un cittadino che si trova nelle predette condizioni).

La dichiarazione va resa ai sensi degli articoli 46 e 47 del decreto del Presidente della Repubblica del 28 dicembre 2000, n. 445 (testo unico delle disposizioni legislative e regolamentari in materia di documentazione amministrativa), dichiarandosi consapevoli delle conseguenze penali in caso di dichiarazioni mendaci (art. 76 del citato DPR 445/2000).

MISURE ANTI COVID-19

Le misure di prevenzione collegate al problema Covid-19 rimettono alla responsabilità di ogni elettore il rispetto delle regole basilari:

  • evitare di uscire di casa e recarsi al seggio in caso di sintomatologia respiratoria o di temperatura corporea superiore a 37,5°;
  • non essere stati in quarantena o isolamento domiciliare negli ultimi 14 giorni;
  • non essere stati a contatto con persone positive negli ultimi 14 giorni;
  • per accedere ai seggi elettorali è obbligatorio l’uso della mascherina;
  • al fine di evitare assembramenti sarà necessario attendere all’esterno del seggio il proprio turno;
  • al momento dell’accesso nel seggio l’elettore dovrà procedere all’igienizzazione delle mani con gel idroalcolico messo a disposizione in prossimità della porta. Analoga operazione dovrà essere effettuata prima di ricevere la scheda e la matita e potrà essere autorizzato ad inserire la scheda votata nell’urna dal Presidente del seggio.