Il tuo percorso: Ti trovi qui -> Home > Uffici e servizi > Uffici > Ecologia e Ambiente > BONUS ECOCASA SICURA 2016

NUOVO BONUS ECOCASA SICURA

L’Amministrazione di Romano d’Ezzelino, nella persona dell’Assessore alle politiche per il lavoro Massimo Ronchi, presenta il Nuovo Bonus Eco Casa Sicura, per l'anno 2016, un’iniziativa unica nel suo genere che fa incontrare le esigenze dei cittadini che devono realizzare interventi in casa e le aziende che nel reparto casa ci operano.

Si tratta di un fondo da 138 mila euro a fondo perduto destinato a chi dovrà sostituire serramenti, infissi, caldaie, realizzare inferriate, sistemi di allarme, mettere a norma l’impianto elettrico o termico o smaltire dell'amianto. Quest'anno sono previsti anche nuovi interventi come la ritinteggiatura della casa con pitture ecologiche, installazione di tende da sole o la sostituzione delle tettoie in cemento amianto di capannoni. Se l’impresa esecutrice dei lavori verrà scelta nel territorio comunale l’incentivo rimborserà il 60 per cento della spesa, 50 per cento se l’azienda sarà del circondario.

Potranno presentare domanda, scaricabile da questa pagina, tutti quei cittadini che vorranno sostenere spese per la realizzazione di interventi finalizzati al miglioramento delle prestazioni energetiche, della sicurezza e della qualità abitativa. Il reddito familiare complessivo non dovrà superare i 50 mila euro annui e il Bonus non potrà essere accumulato con altri contributi pubblici o agevolazioni fiscali. L’incentivo finanziabile è commisurato su un intervento massimo di 5mila euro della spesa sostenuta. Tutte le spese dovranno essere documentate per permettere il rimborso.

Per la presentazione delle domande è necessario compilare la modulistica di seguito riportata con tutti gli allegati richiesti, così come approvato con DGC n. 30 del 25.02.2016.

Si fa presente che la documentazione da presentare deve essere solamente quella richiesta, che è sintetica ed essenziale. Pervengono, difatti, parecchie domande in cui viene accumulata una notevole mole di documenti, dove spesso manca, o è difficile da reperire, l'unica dichiarazione richiesta. L'esame di tutto questo materiale presentato rende spesso difficoltosa e lunga la procedura di liquidazione del contributo, oltre al rischio di sospensione della propria domanda.

⇒ PRIMA DI ESEGUIRE I LAVORI LEGGERE BENE IL BANDO ED IL REGOLAMENTO E, IN CASO DI DUBBI O INCERTEZZE, CHIEDERE CHIARIMENTI ALL'UFFICIO ECOLOGIA O URBANISTICA.


Vuoi sapere se puoi partecipare al bando?

  • QuestionarioRispondi a queste semplici domande per verificare se puoi partecipare.

Documenti scaricabili

Delibere