Rilevazione statistica dei permessi di costruire, DIA e SCIA

L’Istituto Nazionale di statistica effettua la rilevazione statistica sui permessi di costruire per fornire un’ampia informazione statistica a livello nazionale e territoriale e per ottemperare agli obblighi previsti dal Regolamento del Consiglio dell’Unione Europea. L'indagine è presente nel Programma statistico nazionale, che raccoglie l’insieme delle rilevazioni statistiche necessarie al Paese e dal quale deriva l’obbligo di risposta per tutti i soggetti privati.

Devono compilare il modello di rilevazione tutti i richiedenti un permesso di costruire, i titolari di DIA o SCIA per nuovi fabbricati o per ampliamenti di volume di fabbricati preesistenti, nonché le pubbliche amministrazioni per le quali è stato approvato il progetto esecutivo per la realizzazione di fabbricati o ampliamenti destinati a edilizia pubblica ai sensi dell'art. 7 del DPR 380/2001.

Il Comune di Romano d’Ezzelino ha attivato, all’indirizzo https://indata.istat.it/pdc, il sito per la compilazione on-line dei modelli ISTAT per la rilevazione mensile dei permessi di costruire, delle DIA, SCIA e dell’edilizia pubblica.

Per la compilazione on-line ci si deve prima registrare mediante la funzione "REGISTRAZIONE" avendo cura di conservare il codice utente e la password iniziale. Per replicare gli accessi con la funzione "MODELLO" si dovrà utilizzare il codice utente e la password personale. Una dettagliata "Guida alla procedura telematica" è consultabile tramite la funzione "ISTRUZIONI". Per l'utilizzo della procedura telematica è necessario avere un indirizzo e-mail. Non utilizzare indirizzi di posta certificata nella fase di registrazione non essendo questi compatibili con la procedura.

Dopo la compilazione del modello on-line è di particolare importanza conservare il codice del modello compilato apposto sul frontespizio automaticamente dal sistema. Tale codice dovrà essere comunicato al Comune quale attestato dell’avvenuta compilazione in modo tale di poter associare univocamente il modello alla documentazione tecnico-amministrativa della pratica edilizia.

A datare dal 1 aprile 2013 non saranno più accettati i modelli cartacei