Il tuo percorso: Ti trovi qui -> Home > Uffici e servizi > Uffici > Polizia Locale > Verbali contravvenzione – ricorsi

Verbali contravvenzione e ricorsi

I ricorsi al Prefetto possono essere presentati:

  • personalmente presso il nostro Comando
  • con raccomandata A.R. da inviarsi al "Servizio di Polizia Locale” Via V. Gioberti, 4 - 36060 – Romano d’Ezzelino (VI)
  • direttamente al Prefetto di Vicenza con raccomandata A.R.

Risposte

A quali Autorità si può ricorrere avverso ad un verbale di violazione che prevede una sanzione amministrativa?

Sono possibili due tipi di ricorso:

  1. il ricorso Amministrativo (direttamente previsto dalla Legge) in cui si chiede all'Autorità Amministrativa di valutare le ragioni del ricorrente. Questo tipo di ricorso deve essere diretto al Prefetto, per le violazioni al Codice della Strada ed all'Autorità di volta in volta indicata sul verbale per le altre violazioni amministrative (Sindaco, Presidente Giunta Regionale ecc).
  2. il ricorso Giurisdizionale (Diritto sancito dai principi generali dell'ordinamento) in cui si chiede all'Autorità Giudiziaria competente (Giudice di Pace per le violazioni al C.d.S.) di valutare le ragioni del ricorrente. I due tipi di ricorso sono alternativi, quindi la proposizione di uno esclude la possibilità di presentare l'altro. Le eventuali sanzioni accessorie quali il blocco o la rimozione del veicolo, dovranno essere pagate per consentire lo sblocco/restituzione del veicolo. In tal caso le ricevute degli importi corrisposti dovranno essere allegate al ricorso e di esse chiesto il rimborso, che verrà accordato in caso di accoglimento del ricorso stesso. 

Come si presenta un ricorso al Prefetto avverso ad un Verbale al Codice della Strada?

Il ricorso al Prefetto è alternativo al ricorso al Giudice di Pace. Deve essere presentato dal trasgressore o dal soggetto obbligato in solido, nel caso non sia stato provveduto al pagamento in misura ridotta del verbale oggetto del ricorso stesso entro 60 giorni (non 2 mesi) dalla data della contestazione o notificazione.

Può essere presentato in carta libera direttamente al Prefetto mediante raccomandata con ricevuta di ritorno oppure personalmente presso l'ufficio competente (nel caso di verbali della Polizia Locale di Romano d’Ezzelino vedi intestazione) o inviato con raccomandata con ricevuta di ritorno al Sevizio di Polizia Locale, Via V. Gioberti, 4 - C.A.P. 36060 – Romano d’Ezzelino VI. In tale ricorso dovrà essere indicata chiaramente la volontà di rivolgersi al Prefetto, non verranno pertanto considerate ricorsi, a norma del vigente Codice della Strada, richieste indirizzate, per esempio, al Sindaco, al Comandante, ecc.

Si ricorda che a norma dell'art. 204 del Codice della Strada il Prefetto, qualora non accolga il ricorso, emette una ingiunzione che comporta per il ricorrente il pagamento di una somma almeno doppia di quella originaria. Contro l’ordinanza ingiunzione di pagamento emessa dal Prefetto è possibile ricorrere al Giudice di Pace.

Come si presenta un ricorso al Prefetto avverso ad un Verbale al Codice della Strada?

Il ricorso al Prefetto è alternativo al ricorso al Giudice di Pace. Deve essere presentato dal trasgressore o dal soggetto obbligato in solido, nel caso non sia stato provveduto al pagamento in misura ridotta del verbale oggetto del ricorso stesso entro 60 giorni (non 2 mesi) dalla data della contestazione o notificazione.

Può essere presentato in carta libera direttamente al Prefetto mediante raccomandata con ricevuta di ritorno oppure personalmente presso l'ufficio competente (nel caso di verbali della Polizia Locale di Romano d’Ezzelino vedi intestazione) o inviato con raccomandata con ricevuta di ritorno al Sevizio di Polizia Locale, Via V. Gioberti, 4 - C.A.P. 36060 – Romano d’Ezzelino VI. In tale ricorso dovrà essere indicata chiaramente la volontà di rivolgersi al Prefetto, non verranno pertanto considerate ricorsi, a norma del vigente Codice della Strada, richieste indirizzate, per esempio, al Sindaco, al Comandante, ecc.

Si ricorda che a norma dell'art. 204 del Codice della Strada il Prefetto, qualora non accolga il ricorso, emette una ingiunzione che comporta per il ricorrente il pagamento di una somma almeno doppia di quella originaria.

Contro l’ordinanza ingiunzione di pagamento emessa dal Prefetto è possibile ricorrere al Giudice di Pace.

Come si presenta un ricorso avverso a verbali di leggi e regolamenti?

I ricorsi avverso a verbali di leggi e regolamenti devono essere proposti entro 30 giorni all'autorità indicata di volta in volta sul verbale.

Le modalità di presentazione sono indicate dopo la voce modalità di estinzione in dettaglio a tergo del verbale.

Come si presenta un ricorso al Giudice di Pace avverso ad un’ordinanza ingiunzione?

Ai sensi dell’art. 205 del Codice della Strada è ammessa opposizione contro l’ordinanza del Prefetto avanti il Giudice di Pace entro 30 giorni dalla dati di notificazione.

Avverso la sentenza del Giudice di Pace può essere proposto appello presso il Tribunale di Bassano del Grappa.

Come si ottengono i rimborsi disposti dal Prefetto o dal Giudice di Pace?

Quando a seguito del ricevimento dell’ accoglimento del ricorso nel quale è disposto il rimborso con Ordinanza del Prefetto o con Sentenza del Giudice di Pace, l’Ufficio di Polizia Locale si attiva automaticamente formando la relativa determinazione che viene avviata all’Ufficio Ragioneria del Comune.

Al momento del perfezionamento della pratica, ovvero, al momento dell’emissione del mandato di pagamento, viene inviata all’interessato comunicazione scritta con le modalità per la riscossione. Informazioni sullo stato della pratica possono essere chieste all’Ufficio della Polizia Locale.