Il tuo percorso: Ti trovi qui -> Home

Notizia

10.06.2019 19:06 Età: 35 days
Categoria:
Autore: Ornella Falco
News generica

RIAPERTA L’AREA VERDE DI QUARTIERE CRISTALLO

E’ stata riaperta al pubblico Mercoledì 12 Giungno l’area verde di quartiere Cristallo, nella frazione di Fellette.


Chiusa temporaneamente per permettere il rifacimento dei sottoservizi, la struttura resterà aperta tutti i giorni, dal lunedì alla domenica, dalle 9 alle 20.

L’amministrazione comunale, intanto, è già al lavoro per assegnare la gestione degli impianti e del bar presente all’interno.

«La chiusura forzata dell'affidamento per la gestione dell'area a fine 2018, l'espletamento del nuovo bando di gara, andato purtroppo deserto, e la necessità di interventi straordinari sui sottoservizi - spiega l’assessore ai Lavori Pubblici, Mauro Salvemini - non ci hanno permesso di riaprire prima di oggi il parco. Tuttavia, come promesso, siamo riusciti a riaprirlo alla fine dell’anno scolastico».

«Il Quartiere Cristallo - continua Salvemini - è l'area più densamente popolata del nostro comune e rappresenta un importante valore aggiunto per le famiglie e i bambini. Per questo è nostra volontà, appena sarà individuata la nuova gestione, prevedere un piano di investimento per una riqualificazione significativa, e per rendere la struttura ancora più funzionale. Nel frattempo, l'Amministrazione ed i volontari, si occuperanno della manutenzione ordinaria, dell'apertura e della chiusura dei cancelli, vigilando puntualmente sullo stato delle strutture».

«Nellattesa che tutte le pratiche burocratiche per il bando di gara vengano espletate - è il commento del sindaco, Simone Bontorin - abbiamo deciso di impiegare qualche risorsa per tenere aperto comunque il parco e per farlo vivere al meglio. Per questo, abbiamo pensato ad una serie di letture animate che verranno organizzate durante mesi estivi».

«Vista l'importanza dell’area, un vero "bene comune” - conclude l’assessore Salvemini - raccomandiamo ai fruitori quel senso civico che riteniamo imprescindibile per essere bravi cittadini: niente cartacce e bottiglie gettare per terra ma invece buona educazione, e cura per le strutture. Un aiuto reciproco, insomma, che ci vedrà tutti vincitori!”.